domenica 14 giugno 2009

Volpine e Volponi

Ieri sfogliavo un po’ di quotidiani britannici on-line (in realtà il piccolo Montalbano che è in me , avendo saputo dalle dichiarazioni dell’astuto Antonello Zappadu (come chi è, il fotografo ufficioso di Villa Certosa..) che erano in arrivo un altro bel po’ di scatti, forse sulla stampa irlandese, cercavo di anticiparmi coi tempi. Invece ho trovato una notiziola deliziosa. In Germania c’è una nuova Imelda Marcos! Sembra che nel villaggio tedesco di Föhren da diverso tempo di notte sparivano le scarpe che gli incauti proprietari lasciavano fuori dalle loro abitazioni. Il mistero perdurava da un po’ finchè una guardia forestale mentre era al lavoro nel bosco vicino non si è imbattuta nella tana di una volpe letteralmente zeppa di ogni tipo di calzature: galosce , scarponi da trekking, ciabatte, scarpe da ginnastica, scarponi da lavoro e persino stivali con la punta rinforzata in acciaio.
Così la volpe è stata subito ribattezzata l’Imelda Marcos tedesca. In realtà le rubava non perché affetta da manie feticiste ma per farci giocare i propri cuccioli, infatti su molte delle scarpe recuperate sono stati trovati segni di minuscoli dentini. Gli abitanti di Föhren sono stati comunque invitati a non lasciare più le scarpe fuori dalle loro abitazioni. Ma non è deliziosa? :)
Dopo questo invece leggo qualcosa di molto meno delizioso, e cioè che un gruppo di personaggi, guidati da Gaetano Saya (vedi) e da un 67enne colonnello dei carabinieri, tale Augusto Calzetta arrestato nel 2008 nell’ambito di un’inchiesta per truffa sulle cremazioni dei cadaveri a Mirteto, provincia di Massa (Calzetta era il dirigente della ditta che aveva in appalto il forno crematorio) Calzetta che con una vecchia battuta di Petrolini si potrebbe far chiamare Tone (per risparmiare il GAS) insieme a numerosi altri venne arrestato perché invece di cremarli i cadaveri li infilavano nei sacchi della spazzatura e poi nottetempo li seppellivano nel terreno del cimitero, mentre le urne con le ceneri che venivano consegnate ai parenti dei defunti tutto contenevano meno che il caro estinto….Che squallore!.
Ebbene questi due soggetti annunciano ieri, durante il defilè che si è tenuto a Milano per mostrare al mondo le nuove divise (una graziosa rivisitazione in chiave minimalista delle uniformi della Wehrmacht) che affiancheranno le Ronde Padane con la loro Guardia Nazionale Italiana (N.B. informazione di servizio: se passi il sorcio sopra il link, senza cliccare, ti puoi vedere il video di you tube nella finestrina di anteprima di snapshots, senza lasciare la pagina....fico, eh?) non appena il ddl sicurezza sarà approvato.
Ci siamo gente, i semi avariati che la politica di questo governo, il più devastante per la democrazia nella storia della repubblica ha seminato stanno cominciando a germogliare, i manganelli sono pronti manca solo l’olio di ricino, prepariamo l'Imotium
P.S: Ed ecco in arrivo un altro articolo sull'Italia da parte di Juan Arias, scrittore spagnolo su El Pais di oggi:

4 commenti:

Carlo De Petris ha detto...

Ma molto meglio parlare della volpina :D

Come stanno ora i cuccioli? In paese l'hanno presa bene o faranno causa alla bestiola?

patri ha detto...

Dato che il borgomastro non si chiama Berluskaiser presumo di no. ;)
Nel prosieguo dell'articolo dicevano che successivamente al ritrovamento della refurtiva l'astuta Imelda aveva messo a segno altri 2 furti di scarpe... :)))

Carlo De Petris ha detto...

Lo vedi, molto meglio queste notizie che la crudele realtà nostrana :P

Oggi forse avremo qualche nuova "perla", teniamo le orecchie pronte all'ascolto ;)

patri ha detto...

Starò sintonizzata ;)